Lo Staff di Sport Health con Riccardo Torquati e Giuseppe Mattozzi è impegnato nel Raduno FIFA, per la preparazione in vista dei Mondiali 2018. Fino all'8 aprile non saranno presenti nei nostri centri, ma ci rappresenteranno ai massimi livelli internazionali

SportHealtha Radio Radio

Segui SportHealth su Facebook

.

Christian Martino e Aurora Tiberi hanno presentato SportHealth a Radio Radio

.

.

Clicca qui per scoprire il video: https://www.facebook.com/RadioRadioByNightRoma/videos/1170584839662820/?hc_ref=PAGES_TIMELINE

SPORTHEALTH FAMILY CARD

family card sporthealth

 

 

Da Sport Health Tuscolano è arrivata la Family Card !

Per il tuo nucleo familiare, valida per tutte le prestazioni di Fisioterapia strumentale/manuale, recupero funzionale e riatletizzatione. Scopri come attivarla e prenotala allo 06 87568066/88.

.

Castan, esercizi extra per tornare a vedere la luce

Il brasiliano lavora con un'esperta di funzionalità neuromuscolare per ritrovare il controllo del corpo

Castan, giocatore della Roma

Se finisci sotto il confine dell'autostima, hai due possibilità: aggrapparti o lasciarti andare. Leo Castan si è aggrappato. Il confine è stato Roma-Verona, 17 gennaio. Poi il dubbio. La possibilità di tornare in Brasile. E una telefonata di un amico a fine febbraio: «Proviamo questa strada». Leo si è fidato.

E ha iniziato la risalita. Ora, 16 mesi dopo l'intervento al cervelletto, vede la luce. Nel derby è tornato tra i convocati: non un gentile omaggio, qualcosa è cambiato. MORALE ALTO. Castan, tramite il gruppo Sport Health, si è affidato da un mese e mezzo a Giulia Simonetti, dottoressa in Scienze Motorie, e al suo «allenamento funzionale neuromuscolare»: una seduta a settimana, a volte due, di poco più di un'ora, lavoro supplementare rispetto a quello di Trigoria.

L'obiettivo? Superare le difficoltà di controllo del corpo, in particolare della parte sinistra, dominante per un mancino.

In soldoni, è come se il brasiliano dovesse riorganizzare il lavoro tra il comando del cervello e la risposta del corpo, per tornare a compiere un gesto naturale. Immaginate un ragazzo che impara a guidare e ogni volta che entra in auto deve pensare a tutto quello che deve fare: con il tempo tutto diventa automatico, la cintura di sicurezza, la marcia, la frizione. (..)
.
.

Clicca qui per continuare a leggere l'articolo

SportHealth su Google Play
SportHealth su App Store
Share by: